Grafica o Arte?

Durante tutto il 1900 e ancora di più oggi il dibattito sul considerare la grafica una forma d’arte è stato ampiamente discusso. Con questo articolo non vogliamo dare una risposta chiara, anche perché non si può arrivare ad una conclusione chiara.

La grafica può essere altrettanto vigorosa, complessa, emotiva e duratura quanto l’arte migliore

Karl Gerstner

Il padre fondatore del termine “ Graphic design” William Addison Dwiggins (1880-1956) scrisse:

In materia di layout dimenticare l’arte e usare il comune buon senso. Il compito del grafico pubblicitario che lavora per la stampa si riduce a una chiara presentazione del messaggio, all’evidenziazione delle affermazioni importanti e alla disposizione delle parti meno significative, in modo che non sfuggano. Ciò richiede bun senso e capacità di analisi, piuttosto che arte.”

opera di Karl Gerstner Clichés-Offset Schwitter AG 1964Ma mentre la grafica viene considerata un’attività funzionale, che dà la priorità alle esigenze del committente, un’altra corrente di pensiero si fa strada tra gli addetti ai lavori e viene considerata troppo significativa per essere vista in tali termini e la si dovrebbe dunque utilizzare in modo da enfatizzare ed esplorare il potenziale espressivo. La funzione si contrappone all’estetica.

Le principali differenze tra arte e grafica riguardano quindi l’intenzione. Il grafico ha un committente che stabilisce la finalità dell’opera, gli scopi e l’esito in base al quale questa deve essere giudicata. (escludendo tutta l’arte precedente al 1900, quando i committenti ponevano forti limiti anche agli artisti.), ma qui entra in gioco anche il fattore della riproducibilità tecnica, problema di comune discussione anche nell’ambito della fotografia.

Oggi infatti esiste una quantità molto esigua di opere grafiche in cui il grafico stesso è il committente che compie una sorta di “atto gratuito”, queste si pongono a cavallo della barriera tra arte e grafica.

Il grafico Karl Gerstner ci fa riflettere perché sostiene di porre la domanda “la grafica è arte?” in termini diversi:

I problemi posti dall’arte commerciale sono risolvibili soltanto con i mezzi artistici?

E’ un campo dell’attività umana in cui il lavoro e i risultati dell’artista sono possibili?

La grafica può essere altrettanto vigorosa, complessa, emotiva e duratura quanto l’arte migliore?